Pedaggi autostradali, presto in Italia il DKV Box

La società tedesca ha sottoscritto un contratto con Autostrade per l’Italia per
l’introduzione del dispositivo di pagamento dei pedaggi nel nostro Paese
Arriva anche nel nostro Paese il telepedaggio di DKV. La società tedesca
ha sottoscritto un accordo con Autostrade per l’Italia per introdurre
il DKV Box Italia nel pagamento del pedaggio senza contanti per i mezzi
di peso superiore a 3,5 tonnellate. Come è noto, con oltre 3.000 km,
Autostrade per l’Italia gestisce più della metà delle autostrade a pedaggio in
Italia.
La firma del contratto apre la strada alla certificazione finale per DKV Euro
Service come service provider certificato da parte di Aiscat (Associazione
italiana concessionari autostrade e tunnel). E non è tutto perché a breve
anche il DKV Box Europe riceverà l’approvazione definitiva.
Il DKV Box Italia è un dispositivo OBU (On Board Unit), dotato di tecnologia
radio ibrida, che permette di rilevare e conteggiare i pedaggi sulla rete
autostradale italiana. I caselli autostradali tricolori interessati sono già stati
dotati di software e hardware necessari per la rilevazione del pedaggio con
il nuovo strumento. Inoltre, sono stati anche installati appositi cartelli e
corsie che indicano al conducente in quali varchi può essere impiegato il
dispositivo. Insomma, la bandiera a scacchi è pronta: basta sventolarla e si
parte.

Fonte: Uomini e Trasporti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *