BIM SERVICE al TRUCKDAY 2018 SOUTHTYROL

Sarà una due giorni ricca di eventi e Truck quella del week end del 21-22 aprile.
a Bolzano infatti si svolgerà la seconda edizione del TRUCKDAY 2018 SOUTHTYROL presso il Safety Park.
Gare, workshop, sicurezza, giochi bimbi, divertimento e spettacolo caratterizzeranno l’evento tanto atteso.
BIM Service ovviamente, come lo scorso anno, non mancherà insieme al Consorzio S.A.B di Bolzano, ospitandovi presso il proprio stand
per illustrarvi le novità del settore e omaggiarvi di simpatici gadget.
l’orario di apertura sarà:
SABATO 21 dalle 10.00 alle 22.00 continuato.
DOMENICA 22 dalle 10.00 alle 19.00 continuato.
Vi aspettiamo numerosi

da maggio è possibile ordinare il dispositivo unico DKV BOX EUROPE

Da maggio 2018 sarà possibile ordinare il DKV BOX EUROPE, il dispositivo unico con il quale, in futuro, sarà possibile conteggiare i pedaggi in tutta Europa. Il nuovo Box può essere ordinato e registrato online, tramite una serie di passaggi sviluppati insieme ai clienti DKV per fare in modo che tutto il procedimento sia semplice e intuitivo. Il DKV BOX EUROPE si basa su un’unità di bordo conforme EETS prodotta dall’azienda Siemens ed è dotato di tecnologia radio ibrida che permette di rilevare e conteggiare i pedaggi sia con sistemi DSRC che con sistemi GNSS. Nel corso dell’estate 2018 partiranno i test produttivi nell’ambito dei quali verranno installate le prime unità di bordo. I clienti che si registreranno a maggio potranno ricevere i DKV BOX EUROPE, completamente omologati e funzionanti, a partire da settembre 2018.

Acquisto e registrazione comodamente online

“Il nostro obiettivo a medio termine è quello di permettere agli utilizzatori del DKV BOX EUROPE di utilizzare una sola unità di bordo per il conteggio dei pedaggi in tutt’Europa. A partire dal quarto trimestre del 2018 le differenti OBU già presenti sui veicoli verranno integrate gradualmente nel nuovo BOX ”, dichiara Jürgen Steinmeyer, Director Toll presso DKV Euro Service. “Il dispositivo DKV BOX EUROPE è già predisposto tecnologicamente quindi non sarà necessario sostituirlo per conteggiare nuovi Paesi”, specifica Steinmeyer.

I clienti DKV potranno registrarsi e attivare altri pedaggi comodamente online e le nuove impostazioni saranno inviate al dispositivo in uso mediante una configurazione over-the-air, indipendentemente dal Paese europeo nel quale si trova il veicolo.

Attivazione di altri Paesi senza sostituzione del box

Per quanto riguarda il Belgio, si prevede che sarà possibile rilevare e conteggiare il pedaggio con DKV BOX EUROPE a partire dal quarto trimestre. L’attivazione del pedaggio in Germania avverrà probabilmente dall’inizio 2019. Nella primavera del 2019 seguiranno i cosiddetti Paesi DSRC (Austria, Francia, Spagna, Portogallo) e presto dovrebbe essere attivata anche l’Italia. Tra breve dovrebbe essere possibile conteggiare anche il pedaggio del ponte di Öresund e quello di Storebaelt in Scandinavia mediante il DKV BOX EUROPE.

“Non escludiamo che potrebbe essere possibile rilevare questi e altri pedaggi in anticipo sui tempi previsti”, avverte Steinmeyer. “In ogni caso la sicurezza dell’approvvigionamento dei nostri clienti per noi è prioritaria. Per questa ragione comunichiamo solo previsioni che riteniamo realistiche. Attualmente, Paesi come la Polonia, la Slovenia e l’Ungheria sono ancora nella fase di definizione delle direttive per il sistema EETS, in questi Paesi dunque non è possibile impiegare un box EETS. A questo proposito siamo in contatto con le autorità e riprenderemo tra breve i colloqui per la certificazione”, conclude Steinmeyer.

Chi è obbligato a documentare l’acquisto di carburanti tramite fattura elettronica?

Gli acquisti di carburante effettuati presso le stazioni di rifornimento, da parte dei soggetti IVA, dovranno essere necessariamente documentati con fattura elettronica.
Anche i contribuenti ex minimi e forfetari dovranno certificare l’acquisto con fattura elettronica del gestore dell’impianto o della compagnia petrolifera [ricordiamo che per i contribuenti in regime forfetario non è comunque già di per sé possibile scaricare il costo in questione].

Stesso discorso si applica anche ai soggetti IVA che sono attualmente esonerati dall’utilizzo della scheda carburante, in quanto effettuano rifornimenti di benzina o gasolio esclusivamente con carte di credito, debito o prepagate e contabilizzano l’IVA a credito – e il costo del carburante – tramite l’estratto conto bancario o della carta di credito.

Anche per questa tipologia di soggetti si ritiene che dal prossimo 1° luglio valgano le nuove disposizioni relative alla fattura elettronica.

L’obbligo di certificazione, mediante fattura elettronica dell’acquisto di carburante, sarà escluso nei confronti dei soggetti privati, intesi come quei soggetti non aventi partita IVA.

Da quanto appena sottolineato ne deriva quindi che i professionisti, gli imprenditori [e in senso più generale i possessori di partita IVA], nel momento in cui effettuano il rifornimento, dovranno obbligatoriamente richiedere l’emissione di una fattura elettronica per poter documentare correttamente l’operazione stessa.

QUAL’E’ LA MIGLIORE SOLUZIONE PER NON FARSI TROVARE IMPREPARATI IL 1 LUGLIO?

LA CARTA MULTISERVIZI DKV

La CARTA NON TI VINCOLA a nessuna azienda petrolifera. Più di 7200 stazioni in Italia per un totale di 43000 stazioni in tutta Europa
La CARTA permette di scegliere il prezzo migliore che le varie Compagnie Petrolifere offrono intorno a te. Non scegli il “Brand” con cui fare gasolio, ma scelgo il miglior prezzo del “Brand” su cui fare gasolio e risparmiare fino a 20 cent/L
Con la Carta DKV sei tu che scegli il prezzo alla pompa più basso, aggiornato costantemente! Ovunque ti trovi.. In Italia e in Europa!
La CARTA é convenzionata anche con molte stazioni di servizio a basso costo non di rete (Pompe Bianche)
RICEVERAI UN’UNICA FATTURA ELETTRONICA CON RIEPILOGO DELLE SINGOLE TRANSAZIONI EFFETTUATE DALL’INTERA FLOTTA
Con la CARTA i tuoi rifornimenti in Italia saranno in regime fiscale di REVERSE CHARGE(pagherai solamente il gasolio IMPONIBILE senza IVA esposta) CON I RELATIVI ULTERIORI VANTAGGI FISCALI
Con la CARTA potrai scaricare l’APP gratuita che ti permetterà di visualizzare tutte le stazioniconvenzionate più vicine a dove ti trovi (geolocalizzata) con i migliori prezzi esposti in tempo reale, ed i dettagli informativi dei servizi offerti (bar, ristorante, lavaggio etc. etc.)
Con la CARTA DKV avrai il vantaggio di scegliere il prezzo migliore offerto sul mercato DAY BY DAY, potendo sommare gli sconti.
La CARTA DKV è sostanzialmente gratuita, grazie alla possibilità di sommare gli sconti i costi di commissione vengono azzerati ed in molti casi gli sconti sono superiori ai costi.
Con la CARTA DKV potrai pagare Autostrade estere, Officine, Multe, Navi, Tunnel, Eurovignette.
Acquisire la CARTA DKV non necessità di alcuna garanzia da parte dell’azienda o del professionista. DKV Euroservice, previo verifica, affida direttamente il cliente.
Possedere la CARTA DKV certifica con i fornitori e la committenza la solidità finanziaria della tua azienda
Perché scegliere LA CARTA MULTISERVIZI DKV? QUALI SONO I VANTAGGI?

FATTURAZIONE

Nessun costo di attivazione, nessuna quota annua, nessun costo di gestione
Prospetto efficiente e trasparente di tutti i costi sostenuti in UNA SOLA FATTURA
Sicurezza della carta grazie alla richiesta di PIN personale o aziendale
Riduzione delle vostre operazioni amministrative
RIFORNIMENTO CARBURANTE

Facile ricerca della stazione più conveniente grazie all’APP geolocalizzata con visualizzazione dei prezzi in tempo reale
Risparmio di costi grazie a prezzi molto convenienti
Utilizzabile in tutti i paesi europei
PEDAGGIO ED ALTRI SERVIZI IN EUROPA

Possibilità di comodo pagamento del pedaggio autostradale in tutta in Europa.
Possibilità di pagamento di trafori, ponti, tunnel, traghetti ed altro ancora.
SERVIZI ONLINE

Controllo delle singole transazione in tempo reale
Gestione in autonomia delle carte carburante e servizi, controllo del limite di disponibilità
e limiti giornalieri
Blocco immediato in caso di furto o smarrimento
PRESTAZIONI SUPPLEMENTARI

Soccorso stradale ogni giorno 24 ore su 24 attraverso il numero verde dedicato
Possibilità di anticipo contante per pagamento multe all’estero o riparazioni di emergenza
…e molto altro ancora!

ED INOLTRE FAI GASOLIO A 1,08 € PER SEMPRE E NON AVRAI PIU BISOGNO DELLA CISTERNA (E DEI RELATIVI CONTROLLI DELL’AGENZIA DOGANE)!

SARA’ PIU SEMPLICE ELABORARE LA PRATICA DELLE ACCISE CON IL RELATIVO RECUPERO PARI A 21 CENT A LITRO.

RICHIEDERE LA CARTA DKV E’ SEMPLICISSIMO!! NON PERDERE ALTRO TEMPO!

E ricorda! …Non scegli il “Brand” con cui fare gasolio, ma scelgo il miglior prezzo del “Brand” su cui fare gasolio e risparmiare fino a 20 cent/L…

Ministero Trasporti sospende alcuni contributi per camion Euro VI

La Direzione per il trasporto stradale del Mit comunica che il Tar ha accolto un ricorso dell’associazione dei rottamatori Aira contro l’erogazione dei contributi per l’acquisto di veicoli industriali Euro VI a fronte di radiazione per esportazione di un automezzo usato.
La circolare 6799 dell’11 aprile 2018 diffusa dal ministero dei Trasporti alle associazioni dell’autotrasporto fa il punto della situazione sui contributi per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e di equipaggiamenti per il trasporto intermodale, annunciando anche la sospensione di quelli destinati all’acquisto di veicoli Euro VI con la contestale radiazione di un veicolo usato che invece di essere rottamato viene esportato fuori dall’Unione Europea. Tale sospensione deriva da un ricorso contro la possibilità di esportazione presentato al Tar del Lazio dall’Associazione Italiana delle Imprese di Rottamazione e accolto dai giudici amministrativi con la sentenza 0962/2017. Il ministero dei Trasporti precisa di avere presentato appello al Consiglio di Stato.
La circolare spiega di avere ricevuto complessivamente 1565 domande per questi contributi. Quelle destinate all’acquisito di veicoli a trazione elettrico o a gas naturale e a unità di carico intermodali (casse mobili, rimorchi e semirimorchi portacasse) sono sufficienti per tutte le richieste, quindi il ministero erogherà il contributo in modo integrale, mentre le risorse per l’acquisto di rimorchi e semirimorchi per il combinato ferroviario e marittimo non bastano a coprire tutte le domande e quindi il ministero ridurrà l’importo del singolo contributo.
Resta aperta la questione del contributo per l’acquisto, a fronte di radiazione, di veicoli industriali con motore Euro VI. Come abbiamo detto, l’erogazione per i veicoli acquistati a fronte di radiazione per esportazione extra-UE è sospesa in attesa della sentenza definitiva del Consiglio di Stato, mentre l’erogazione per i veicoli acquistati a fronte di rottamazione in Italia sarà effettuata in forma parziale, perché fino alla sentenza sul caso precedente non si possono determinare in modo definitivo gli importi. Nel caso di una domanda mista, ossia con radiazione per rottamazione di una parte dei veicoli e radiazione per esportazione di un’altra parte, l’erogazione del contributo è sospesa in modo integrale.
Il pagamento dei contributi non sospesi inizierà entro la fine di aprile, quando alle imprese interessate saranno comunicati i risultati delle istruttorie della competente commissione ministeriale.

Fonte: Trasporto Europa

Certificati ATP: Modalità rilascio attestati

La Divisione 3 della D.G. MOT del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con la circolare Prot.n. 7247-Div.3/T del 29 Marzo 2018, ha dettato ulteriori disposizioni riguardanti il rilascio dei certificati ATP.
La Divisione, preso atto che l’implementazione del sistema informatico di rilascio degli attestati ATP per alcune tipologie di mezzi, quali i mezzi multi scomparto e caloriferi ed altri non ancora previsti, non è ancora stata realizzata, informa che si potrà procedere per le suddette carrozzerie al rilascio/rinnovo dell’attestato con la modalità in uso prima dell’attivazione della procedura informatizzata, utilizzando modelli conformi all’accordo ATP.
La Div. 3 richiama inoltre la necessità, per i Centri Prova, di inserire nel sistema i dati inerenti alle omologazioni rilasciate al fine di consentire successivamente agli UMC la stampa degli attestati con riferimento alle suddette omologazioni.
Compatibilmente con la loro disponibilità, infine, i Centri Prova sono invitati a provvedere all’inserimento nel sistema di omologazioni pregresse ancora utilizzate dai costruttori.

Fonte: Truck24

Cronotachigrafo “intelligente”: l’UE ne rinvia l’introduzione

La Gazzetta Ufficiale dell’Unione ha pubblicato il 28 marzo 2018 il Regolamento numero 2018/502 del 28 febbraio 2018 che modifica quello 2016/799, rinviando a giugno 2019 l’introduzione dei cronotachigrafi di seconda generazione.
Il Regolamento 165/2014 ha introdotto i cosiddetti “cronotachigrafi intelligenti”, che portano, rispetto agli attuali, la geo-localizzazione del veicolo tramite sistema satellitare Gnss, la comunicazione remota per la diagnosi precoce e un’interfaccia facoltativa con i sistemi di trasporto intelligenti. Il successivo Regolamento 2016/799 fissa le le prescrizioni tecniche per la costruzione, il collaudo, il montaggio, il funzionamento e la riparazione di questi cronotachigrafi e il nuovo Regolamento 2018/502 apporta alcune modifiche a quest’ultimo. Una parte delle modifiche sono prettamente tecniche, ma una riguarda il termine di entrata in vigore, che è spostato da marzo a giugno del 2019. Tale termine vale solamente per i veicoli industriali immatricolati a partire da questa data, mentre per quelli immatricolati prima devono installare i cronotachigrafi di seconda generazione entro giugno 2031. Un’altra importante modifica stabilisce che la geo-localizzazione viene registrata ogni tre ore considerando il periodo di guida cumulativo (ossia anche se in questo intervallo il camion si è fermato).

Fonte: Truck24

Revisione patente per guida distratta, la conferma del TAR

l Tribunale Amministrativo della Liguria ha confermato la revisione della patente di una persona che aveva causato un incidente perché stava cercando un oggetto nella sua borsa posta sul sedile del passeggero anteriore.
L’ordinanza numero 61 dell’8 marzo 2018 della seconda sezione del Tar della Liguria riguarda un ricorso presentato contro il provvedimento della Motorizzazione Civile che impone a una guidatrice la revisione della patente dopo un incidente causato dalla distrazione della donna stessa, che stava cercando un oggetto nella sua borsa appoggiata sul sedile del passeggero, distraendosi così dalla guida. I giudici hanno respinto il ricorso dell’autista affermando che “il comportamento della ricorrente appare gravemente imprudente, con distrazione dalla imprescindibile attenzione alla guida per prendere un oggetto dalla borsa posta sul sedile anteriore destro. Questo ha determinato un sinistro con lesioni a danno di altro conducente e giustifica i dubbi sul persistere dell’idoneità tecnica all’abilitazione alla guida”. Una sentenza che può aprire la strada a decisioni simili per altri comportamenti che causano distrazione, primo tra tutti l’uso dello smartphone senza vivavoce.
L’imposizione della revisione della patente da parte della Motorizzazione Civile è oggetto di diversi ricorsi a vari organi amministrativi. Per esempio, nel 2017 il Consiglio di Stato ha annullato tale provvedimento nei confronti di una persona che aveva causato un incidente invadendo la corsia opposta a causa di un malore, tenendo conto che una successiva terapia ha eliminato la causa di tale malore. In questo caso, i giudici hanno ritenuto la revisione tecnica un provvedimento “eccessivo e privo di relazione con l’evento infortunistico occorso”.

Fonte: Truck24

Come ottenere rimborso accise camion 1° trimestre 2018

Il 28 marzo 2018, l’Agenzia delle Dogane ha pubblicato sul suo sito web il software e le istruzioni per le imprese di autotrasporto che devono chiedere il rimborso delle accise sul gasolio consumato dal 1° gennaio al 31 marzo.
Nella documentazione che accompagna il software sulle accise del primo trimestre, l’Agenzia delle Dogane precisa che l’importo rimborsabile è di 214,18 euro per mille litri di gasolio consumato dai veicoli industriali delle imprese di autotrasporto dal 1° gennaio al 31 marzo 2018. Le aziende possono chiedere il rimborso solamente per il carburante usato dai veicoli con massa complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate e con motori di categoria Euro 3 o superiore.
Possono presentare le domande le aziende iscritte all’Albo degli autotrasportatori per conto terzi, quelle con licenza di trasporto in conto proprio e quelle estere dell’UE che hanno i requisiti per esercitare la professione di trasportatore merci su strada. La domanda deve essere inviata in forma telematica dal 1° al 20 aprile 2018 e il codice tributo per usare l’agevolazione con il modello F24 è 6740. Il software e la documentazione si possono consultare e scaricare dall’apposita pagina web dell’Agenzia delle Dogane (link sotto).
PAGINA WEB AGENZIA DOGANE SU RIMBORSO ACCISE AUTOTRASPORTO 1° TRIMESTRE 2018

Fonte: Trasporto Europa